Il Baco

IL BACO

Alla scoperta di una Cosa nascosta sotto gli occhi di tutti...

C'è, non c'è, chi è, cos'è

 

Se credi al caso sei nel sito giusto...

Se credi all'evoluzione sei nel sito giusto...

Se hai fede sei nel sito giusto...

Se sei privo di fede sei nel sito giusto...

Se sei un sognatore sei nel sito giusto...

Se sei un concreto e razionale sei nel sito giusto...

Se sei uomo sei nel sito giusto...

Se sei donna sei nel sito giusto...

Se sei destro sei nel sito giusto...

Se sei mancino sei nel sito giusto...

 

...chiunque tu sia sei nel sito giusto perché il Baco è anche in te, e ti circonda.

Unisce tutti noi cercando di dividerci.

Ci rafforza indebolendoci.

Ci da certezze istillandoci il dubbio.

 

Prima legge della "Bacotica":

"Il Baco è nelle coincidenze che sono troppo coincidenze per essere coincidenze."

 

É sotto gli occhi di tutti ma non si fa vedere.

Mi ha trovato senza che lo cercassi. L'ho ignorato per anni e lui mi girava intorno chiamandomi. Poi il caso o l'evoluzione me l'ha nascosto e lì l'ho visto chiaramente.

L'ho cercato nuovamente ma è svanito. Volevo imbrigliarlo ma è evaporato.

 

Ho iniziato nel 2015 ad annotare tutte le coincidenze e da lì le ho classificate alla ricerca del Baco.

So che c'è, e come un semplice osservatore ho iniziato a raccogliere le sue tracce...i suoi FRAMMENTI.

 

Il Baco è qualcosa di più profondo di una dottrina, è diverso da qualcosa che si può imparare a tavolino.

Il Baco permea l'esistenza e si fonde nel tessuto spazio-temporale in un mondo n-dimensionale.

Per capirlo, o meglio captarlo, devi metterti nei panni di un cerchio che vuole osservare una sfera. Cosa vedi?

 

Frammenti...solo frammenti. Proiezioni adattate al proprio io e al proprio stato di esistenza.

Vedi forse il tutto chiaramente? No...non puoi perché è di ordine superiore, ma puoi capire che è proprio lì...almeno una delle sue rappresentazioni che è, a te, più familiare e riconoscibile.

 

Il Baco è un multiforme che si presenta in modo diverso ad ognuno di noi. C'è, non c'è.

 

Nel modo più assoluto penso sia difficile scrivere nero su bianco una spiegazione completa per il Baco. Già il fatto che io lo chiami Baco, e non assioma multiforme sull'esistenza n-dimensionale, è una mia interpretazione...C'è chi ci ha visto una Matrice (vedi Matrix), chi una Frangia (vedi Fringe) chi una fede o un essere superiore. Un chi o un cosa...chi è, cos'è fa poca differenza.

Io lo chiamo Baco perché è proprio negli errori dell'esistenza che si manifesta. É nelle anomalie, nei cambi di routine, nelle cose che vanno in modo inaspettato.

Partiamo dalla sua manifestazione più elementare: quelle che chiamiamo coincidenze. Sì, ma non tutte le coincidenze sono Frammenti di Baco, alcune sono effettivamente casualità, mentre altre sono troppo coincidenze per essere coincidenze.

 

Vi invito a segnalarmi tutte le coincidenze che avete vissuto sul blog relativo al Baco (BigBug Discussion) su:

 

 

Adesso inizierò con alcune tematiche che la visione dei Frammenti ha prodotto nelle mie riflessioni.

Se volete criticarle o al contrario completarle, o semplicemente confermarle vi invito nuovamente a partecipare al blog.

 

Riflettendo su queste cose, la visione dei Frammenti risulta molto più facile. La natura stessa dei Frammenti si estende a campi sensoriali ed esistenziali diversi. Finora ho trovato 10 tipologie di Frammenti che piano piano introdurrò nel blog. Per ora leggete quello che segue vedendolo come un piccolo allenamento per preparare la mente aumentando la sensibilità alla captazione dei Frammenti.

 

Aspetto le vostre testimonianze. Ne ho bisogno. Il Baco è troppo grande per una persona sola.

La fine è il principio di tutto

Fatti questa domanda: "Un morto esiste?"

 

Considerando l'infinità del tempo e la durata dello stato che noi chiamiamo morte rispetto a quello che chiamiamo vita, non è forse quest'ultimo ad essere l'anomalia?

 

La vita è una perturbazione dello stato di quiete o forse quello che noi crediamo essere non esistenza è in realtà essa stessa a non esistere?

 

Se fatichi a cogliere il senso di queste domande allora forse smetterai di leggere. Queste domande potranno essere senza senso o senza risposta, ma non temere le vivrai a tua insaputa durante la tua inesistenza mortale...anche se continuerai a credere di esistere. Leggere può aiutare a capire cosa segue ad ogni perché.

 

Se invece sei curioso e senti il desiderio di saperne di più allora sappi che non è certo se troverai risposte alle tue domande, o se più probabilmente troverai nuove domande, per quelle che per te erano certezze.

 

Molte sicurezze effimere cadranno e dovrai essere pronto a rimettere in discussione tutto ciò in cui credi. Ti renderai conto che solo nella conoscenza del nulla si trova la comprensione del tutto.

 

...pausa,,,

 

 

Il Dualismo è singolare

 

 

Giorno e notte

Sole e Luna

caldo e freddo

forte e debole

Yin e Yang

uomo e donna

dare e ricevere

destra e sinistra

bianco e nero

fede e ragione

bene e male

vita e morte

infinito e infinitesimo

tutto e nulla

 

 

Ogni dualismo è parte della verità. Non esiste nulla senza la sua negazione.

La stessa verità non esiste senza qualcuno che vi si opponga.

La presunzione della conoscenza è il principio dell'ignoranza.

L'ammissione dei nostri limiti è l'inizio del loro abbattimento.

Chi vola troppo in alto poi ricade e chi va a terra si rialza.

Chi crede vacilla, chi non crede si sente sicuro.

Al buio accendi la luce e se la guardi chiudi gli occhi.

 

La forza è nell'equilibrio. Se ti sbilanci da una parte cercherai il suo opposto.

 

La Verità non va cercata, sarà Ella a trovare te.

Se cerchi una cosa troppo intensamente non la troverai.

Se cercherai di allontanarla ti seguirà.

 

Non sono certo io ad avere inventato questi concetti. Essi esistono da prima di tutti noi perché fanno parte di noi.

Probabilmente sono stati essi stessi a crearci modellando la materia inanimata e instillando in essa un soffio di coscienza.

Chi la chiama anima, chi energia, chi evoluzione, ma è grazie al pensiero insito nella magia dei dualismi, che esiste la vita. La vita è creata dalla parola.

 

Neanche questo pensiero è originale. Millenni fa qualcuno scrisse che il verbo dà la vita la quale fu creata per mezzo di lui.

Allora cosa c'è dietro tutto questo? Vi sembra che tutto sia banale o un semplice caso? É possibile che questo sistema complesso sia frutto del caso o ciò che crediamo complesso è alla fine dei conti molto più semplice di quanto sembri?

 

Forse la risposta vi sfugge ma sappiate che ne siete parte.

 

Ognuno di noi deve scriverne un pezzetto, vivendo e non vivendo. Esistendo, credendo di esistere o avendo la certezza che non ci sono certezze e che nulla esiste.

 

Allenamento terminato...

IL BACO

Avrei voluto scoprirlo io ma a quanto pare sia nell'antichità che in tempi moderni qualcuno già l'aveva intravisto...ha preso mille nomi, io lo chiamo Baco perchè nell'era dei computer mi si è rivelato così...poi se preferite quello da seta allora è un'altra storia...

Il Baco, alla scoperta di qualcosa che già esiste.

Il Baco

Coincidenze che sono troppo coincidenze per essere coincidenze...

 

Dualismo Singolare...

 

Creazione di qualcosa che esiste...