Guida alla lettura

L'OTTAVO GIORNO (1985-2000)

Il futuro è già passato

Attenzione! Per una migliore comprensione del libro si consiglia di consultare la LEGENDA durante la lettura.

 

LEGENDA

 

Chiave di comprensione del libro:

l’insieme dei sogni, fatti dal 1985 al 1999, che hanno presentato continuità logica e caratteristiche comuni simili (le quali saranno spiegate nel corso del racconto), sono considerati come un solo lunghissimo sogno durato 14 anni, formato da più parti, tra loro correlate, che chiamerò Sogno o Ricordi del Futuro. Ogni singolo sogno parte del Sogno (inteso nella sua totalità) sarà accompagnato da un “TITOLO CARATTERIZZANTE” e da date indicate tra parentesi: con 1) indicherò da che anno a che anno è stato fatto il sogno e con 2) l’anno o gli anni in cui si realizzerà, diventando parte delle esperienze reali del protagonista. Il libro è formato da 4 BRANI e all’inizio d’ogni brano, tra parentesi saranno indicati i tempi, della realtà presenti all’interno.

 

Questi tempi sono:

 

  • il Presente della realtà, cioè il giorno del “Risveglio” (vedi primo Brano), sarà scritto in Bianco ed è raccontato da una voce narrante (ADULTO) che parla dal 1999, inserendosi ogni tanto nella narrazione. Rappresenta il protagonista che, nel giorno in cui si sveglia dopo aver vissuto l’ultima parte del Sogno l’8/11/1999, inizia il racconto,

 

  • il Passato della realtà, cioè dal 1985 al 1999, scritto in Giallo (è raccontato dalla voce di un bambino, che crescendo, spiega ogni parte del Sogno in ordine cronologico, dal momento in cui questo inizia nel 1985 a quando questo termina l’8/11/1999),

 

  • il Futuro della realtà, cioè qualcosa che accadrà dopo il 1999, in Azzurro (la maggioranza delle parti del Sogno, sembrano premonizioni del futuro, talmente reali che fanno credere al protagonista di averle già vissute e quindi sono per lui come ricordi),

 

  • l’Irreale, cioè dove non esiste il tempo reale, ma solo avvenimenti e luoghi immaginari, sarà scritto in Verde

 

Per rappresentare il tempo che passa userò queste combinazioni:

 

  • quando il Sogno farà riferimento a cose che sono iniziate nel Presente della realtà, e dureranno fino al Futuro della realtà, o indicheranno un “Futuro vicino”, ovvero avvenimenti che inizieranno ad accadere dopo l’8/11/1999, userò un Blu brillante,

 

  • allo stesso modo: dal Passato della realtà al Presente della realtà, cioè per quegl’avvenimenti iniziati nel 1985 e durati fino al 1999, un Rosso,

 

  • dal Passato della realtà al Futuro della realtà, per eventi che durano, almeno, dal 1985 al 2005, un Viola.

 

Il Sogno e le sue Parti vengono scritte in “Corsivo”, ma mantengono lo stesso significato per ciò che riguarda la colorazione, in quanto è il Sogno stesso, che ci svelerà la realtà futura, un po’ alla volta, trasformandosi in un vero e proprio ricordo di ciò che avverrà.